Comunicato stampa

 

Salotto culturale dell’Accademia Amici della Sapienza di Messina

L’arte di ascoltare e il piacere di stare insieme

Il salotto culturale dell’Accademia “Amici della Sapienza” di Messina ha ripreso i suoi appuntamenti quindicinali con la cultura, in una Messina che non soffre la morsa della neve e cerca di schiacciare via l’ombra tetra della crisi, ecco, questi sono i momenti in cui piace stare insieme e si scopre il piacere di ascoltare. La poliedrica Fortunata Cafiero Doddis l’anima dei salotti culturali messinesi, si sta cimentando in questa nuova avventura con molto entusiasmo, il primo appuntamento dell’Accademia peloritana, ha avuto diversi momenti tutti sapientemente armonizzati dalla regia della Cafiero. Si è passati dalla lettura di una preghiera di S. Francesco d’Assisi, al far conoscere il personaggio Clara Maffei regina dei salotti culturali di fine ottocento, per poi concludere la prima parte con delle interessanti curiosità estratte “dal mondo” e lette dalla poetessa Francesca Guglielmo.

La seconda parte dell’incontro è stata rivolta all’arte della poesia, il poeta Antonello Bruno ha letto “con la voce del poeta” delle sue poesie ed è stato intervistato dalla Cafiero, per poi passare alla pittura con le opere   dell’artista messinese Santa Ingegneri Orsini, magistralmente commentate dalla prof.ssa Teresa Rizzo rettrice dell’Accademia, che ha presentato l’artista coinvolgendola in una breve intervista.

La parte finale è stata riservata al dott. Lillo Alessandro il “Totem” dei gruppi Folklorici mondiali, che ha raccontato i suoi timidi inizi e le grandi conquiste, i racconti sono stati intervallati da sue canzoni, che lo hanno fatto commuovere e hanno tenuto inchiodato alle proprie sedie il pubblico presente.

Il pomeriggio culturale è continuato con un ottimo e bollente the al limone accompagnato da delicati biscotti, che è servito a far concludere ai presenti quel piacevole dialogo salottiero innescato dalla Cafiero. All’evento ha presenziato il prof. Elio Calbo responsabile scientifico dell’Accademia,   che ha salutato gli ospiti e si è soffermato sulla valenza dell’iniziativa, concludendo, ha invitato tutti al prossimo appuntamento previsto per la notte della cultura il prossimo 25 febbraio. Maggiori informazioni si possono ottenere consultando il nuovo sito dell’Accademia http://www.amicidellasapienza.it/.

Domenico Interdonato